Valutazione attuale: / 44
ScarsoOttimo 
NONSOLOBASKET - PALLAVOLO
Il Sindaco Luciano Monticelli e l’Assessore allo Sport Alberto Dell’Orletta del Comune di Pineto esprimono solidarietà e sostegno alla Pallavolo Pineto in merito alle vicenda relativa all’iscrizione al Campionato di A1 maschile Volley.
I due esponenti dell’Amministrazione di Centro-Sinistra da poco insediatasi alla guida del Comune di Pineto, intendono così tutelare un indubbio patrimonio della città, città che non intende dividersi sullo sport per motivi di appartenenza politica.
“In questo senso l’Amministrazione è impegnata”, dichiara l’assessore Dell’Orletta, “a far sì che la Pallavolo possa continuare ad emozionare i tanti cittadini dell’intero Abruzzo. La nostra Regione ha uno straordinario bisogno di risollevarsi anche attraverso lo sport”.
Da un esame necessariamente sommario della documentazione, emerge in modo chiaro che Pineto ha tutti i requisiti giuridici e sportivi per disputare il Campionato di A1.
Pertanto l’Amministrazione resterà a fianco della società sportiva per tutelare in ogni sede competente l’immagine ed il patrimonio non solo sportivo che la Pallavolo Pineto rappresenta per la città e per l’intera Regione Abruzzo.
Intanto, il presidente della Pallavolo Pineto Benigno D’Orazio, attraverso il proprio legale rappresentante, ha inviato una lettera al giudice dlela Lega Pallavolo chiedendo l’immediata reintegra della fidejussione.
La documentazione è stata consegnata anche all’amministrazione comunale a conferma che tutti gli atti sono in regola.
“Con la presente”, è scritto nel documento inviato al giudice della Lega Pallavolo, “si comunica che La scrivente società ha predisposto i mezzi finanziari necessari e sufficienti alla reintegra della fidejussione 2008/2009 per l’importo (euro 138.605,62) per il quale la Lega ne ha finora richiesto l’esclusione. Nella mattinata di lunedì 20 luglio è stata esibita l’idonea attestazione dell’istituto di credito che ha ricevuto la somma sopra indicata. Si precisa che il versamento viene effettuato al solo fine di adempiere alle precise indicazioni della Commissione Ammissioni e non costituisce smentita o rinuncia di quanto esposto dinanzi alla Giustizia Ordinaria e Sportiva”.