Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Pre-messa
C’è un’immagine che “detta” la…cronaca Nba:
LeBron innanzi al mitico Monte Rushmore, un monumento naturale tra le rocce delle Black Hills del South Dakota, “sede” storica dei ritratti, scolpiti nel granito, dei vari epici Presidenti Usa, Washington, Jefferson, Roosevelt e Lincoln…
Un posto sacro e spirituale, per gli americani di ogni età e ceto.
Ebbene, al loro posto, in una trasposizione metaforica, il “Re della Nba” osserva, con ammirazione e…”meditazione”, le 5 Grandi Dinastie del Passato e di Oggi, della Lega più famosa del Mondo, “scolpite” anch’esse, là in alto:
I Boston Celtics degli 11 Titoli di Red Auerbach, Bill Russell e Larry Bird, sulla vetta più alta, a sinistra…di fianco al centro, si stagliano gli irripetibili Chicago Bulls di Jackson, Jordan, Pippen e poi Rodman, imbattuti ed immortali, con 6 Anelli in 6 finali!
Quindi, poco a destra, i leggendari Los Angeles Lakers:  Jabbar, Magic, Shaq e Kobe, “autori” impareggiabili di ben 10 Vittorie in due decenni diversi…e lontani.
Alla estrema destra, troneggia il coach Pop dei San Antonio Spurs, 5 Titoli in 6 Finali  lungo 15 anni, con il suo “Big Three”, Big Tim, Manu e Parker!
Proprio al di sotto, al centro, ai piedi della montagna, la Quinta, l’ultima “arrivata”, con un sorridente coach Kerr ed i suoi…”Arcieri di Fuoco”, i favolosi…Golden State Warriors di Stephen Curry, la “pecora nera” di Re James, la “Stirpe” che mette…”in discussione” la sua…Carriera! …LeBron osserva…e medita, abbiamo scritto.
Una immagine “simbolica”, certo, ma che…dice tutto!
Possibile che, un giocatore “unico” come lui, possa essere “giudicato” sulla base della…Storia di “imprese sepolcrali” di Squadre invincibili, composte da Nba Legends ed  “Hall of Famer” indimenticabili? …Probabile.
Ingiusto e irrispettoso, ma possibile!
Non contano “degni” compagni (!), di “pari” talento e coraggio (?), non proprio un…coach “veterano” e “leader” in grado di pareggiarlo, né tantomeno una “location sportiva” sperduta ed insignificante, “perdente” da mezzo secolo!!!
No, assolutamente…
“Contano” solo i…Titoli, e pure “consecutivi”! – “Quelli”…contano!
E “quelli”, nel caso di un LeBron James…”languono”!
Ripeto, indegno e umiliante “sportivamente” parlando…ma, tant’è.
Il caro e perseverante ‘Bro, presenta…9 Finali, ben 8 consecutive, 3 Titoli con…due Team diversi, certamente, 3 Mvp Finals e statistiche “aliene” pure per la Storia, ma…
Non basta! …Per la ”critica” e certa…opinione pubblica, la sua “dimensione” storica è superiore alle sue …vittorie, è “sovradimensionata” appunto, dal momento in cui, visti talento e “mente cestistica”, fisico e tecnica di base, si vanno a considerare i freddi, asciutti e secchi…”risultati” sul campo!
Non contano, infine, impatto “storico” o “fisico e tecnico”, sulla Nba!!!
Ok, capito -bisogna accettarlo:
Il “fluido-fluidificante” Jordan era più carismatico e certo, possedeva la personalità e la…”glacialità” per “uccidere” le…Gare!
Come Bill Russell, Jerry West, Larry Bird e Magic Johnson!
Alla pari di Tim Duncan e…perfino Kobe Bryant!
Pure Steph Curry e Kevin Durant…
LeBron no, proprio no!
Bah…
Cosa sarà?
Sul “futuro” del Re, stavolta, non “giocano” più, però, desideri di “certezze” o “consacrazioni” come a Miami; non ci sono più il “desiderio di vendetta” e l’ ambizione/aspirazione all’“impresa leggendaria”, ormai “esaudite” (o esaurite!) e…sopite, soprattutto negli…ultimi, martoriati, tempi!
No, affatto.
“Pesano”, a questo punto della carriera e della…vita personale, “motivazioni” più intime e soggettive:
il “fattore-famiglia” prima di tutto, le “esigenze” di una giovane moglie e dell’ultima bimba arrivata, due figli maschi nell’adolescenza, di cui uno, il primogenito, si narrano già “caratteristiche” paterne (!?) proprio nel…basket!!
La zona geografica, il clima e l’ambiente, le case, la scuola, le comodità e…pure i “lussi”!...Il “loro” Futuro, quale??
Le “pretendenti” al Titolo, lo…corteggiano e lo tartassano da mesi!!!
I managers e i dirigenti di 29 franchigie “sanno” che, uno come lui, li porterebbe all’apice della Lega o…ad un passo dal Titolo, se potessero!
Phila ad Est, con i giovani “rampanti” Simmons ed Embiid, giunti veramente ai vertici della Conference; perfino Boston, mi pare, già in grado di…battersi per una Finale!
Quindi, la Houston di D’Antoni, con un…Paul “alla frutta” della pazienza, e di un Mvp “nerboruto”, ai limiti di…”una crisi di nervi”!!
Popovich e gli Spurs, che sognano un “asse-stellare” con Leonard…
Infine, la franchigia con più “frecce”, economiche e finanziarie, nella sua “faretra”:
i Lakers, altrettanto giovani, con un “Salary-cap” invidiabile!
Magic Johnson “adula” il “suo” LeBron da anni:
lo considera un degno…Erede della sua “magia” e di un nuovo…”Show-Time”!
Non meno importante, l’aspetto…sovra-citato:
a 33 anni compiuti, con 8 Finali alle spalle e tutti i premi, “capitali” a posto e salute alle “stelle” (auguriamo “semper”…), famiglia “permettendo”, servono giusti “stimoli” e “compatibili” compagni di squadra!
Troppe…”virgolette”, ma dovute:
si è capito che, se sei il più forte, e perdi con i Warriors, per batterli, devi procurarti almeno “altri due” tipi con il tuo talento e la tua volontà di vincere!!!
“Identikit” individuabile, ad esempio, sempre negli Houston Rockets o negli “infanti” Sixers che, presuppongono però, “certezze extra” già previste e commentate…
Non solo.
Se porti “i fulmini!” sul parquet, parli “addosso” al coach o “invii ordini taciti” da Generale, metti “pressione” al prossimo- tuo, “conduci” la gara per tre quarti, hai due “difensori-puri” in area, un rimbalzista “feroce” pure stoppatore, ti “restano” possibilmente, una “point-guard” con 20 punti nelle mani  ed uno “vicino a te” per talento e personalità, forse…puoi sfidare “a viso aperto”, ripeto forse, i…Guerrieri della Baia!
Hai una “chance”, una sola.
Con un veterano “arrabbiato” (Paul), una stella “volubile” (Harden) ed un atleta “fantascientifico” (Capela), con “ai lati” un paio di accaniti difensori?
O un “Magic” di 21 anni, senza tiro da fuori (Ben Simmons), ma con il centro più talentuoso nella Lega (The Process) ed una “batteria” di umorali tiratori?
Vuoi affianco un…attaccante/tiratore (Paul George) o un pazzo senza coscienza (indovinate chi?) ?...-Dice il Re di essere anche…“un grande scout di talenti!”- ah,ok!!!
Allora, a te, Mio Sire, l’ardua sentenza!!!
Non dimenticate, vostra Maestà, una piccola “motivazione” residuale -per voi:
diventare…”l’Unico Giocatore (intendo “All Star” perlomeno…) di Sempre -a vincere almeno un Titolo con…Tre Squadre diverse nella Nba!” -Toh!
L’ho sparata….non so se grossa!!
Mi sbaglierò…ma del livello di un…LeBron, non credo proprio!!!
Capitolo Campioni
Sarò breve.
Tutti, più o meno, sanno…
Chi, cosa sono e che hanno fatto!
Ma, il “trend” creato e sviluppato, dal “Run&Gun” di Doug Moe allo “Shot-out!” dei primi Warriors del “Run TMC” di Don Nelson, dall’asse Nash/D’Antoni “prima-maniera” Suns all’odierno “Small-Ball” degli “Splash Brothers” negli “Haptons Five” di Steve Kerr, coinvolge e “appartiene”, ormai, a tutti ed alla intera Lega!!!
Tutti ci…provano, con addirittura i Rockets che “anticipano e velocizzano” il “giochetto” sparando più “bombe” che “mid-jump” o “lay-up” (!?), correndo sul…”filo del tempo e del…vuoto” -incrociando e aumentando perfino gli spazi!!!
“Spazio”, sì…ma…”2020”!!!
Il Mvp Finals?
KD non è un giocatore:
anche uno così, non è mai esistito!
E “ve lo dice uno” che può affermare di “ricrearlo” ancora, virtualmente, fondendo Bob McAdoo, Alex English, George Gervin ed un…dimenticato Walter Davis, inesorabile tiratore-bomber anni ’80!!!
Aggiungete poi, una goccia di Dna dell’attuale…Anthony Davis (!??) e sprazzi del “sordido” atletismo di un David Robinson dei bei tempi…ed ecco, un…”mostro” vero:
Kevin Durant!
Insomma, una mostruosa “…libellula di seta -con tocco divino- che plana lieve…sui profumati fiori del campo!” -lasciatemi passare l’aulica…definizione! Wow!!
Però avrei premiato…Stephen Curry!!! Sorry…
Non per il “Record All-Time” (9!) di bombe in Gara Due, e nemmeno per i 37 decisivi della Quarta per l’Anello…no.
Chi conosce un “pochino” il Basket Nba, sa:
“Circus Steph” accentra il “giochino”, alzando le difese, si porta a spasso 2,3,4 (??) difensori alla volta, gira e rigira, finta e rifinta in contro-finta, con il “ball-handling” più impossibile ed “ubriacante” della Storia del Gioco (Magic e Nash Docet!) e, nei decimi di secondo, il…tiro più devastante di sempre!!!
In sintesi, pure Durant …si ritrova “libero”, grazie ai “raddoppi e triplicamenti” sul piccolo “gnometto dalla barbetta caprina”, il “circense” più famoso dai tempi di…Sir Charles Chaplin!!!
E, questo, pure se KD non ne avesse bisogno…come, purtroppo, sappiamo bene!
Ve lo ridico e ve lo confermo!
Non so se ne avrà, per l’ennesima volta, la possibilità o il tempo…
Ma una cosa lui…la può ancora aggiungere:
“Pazienza…Sedetevi e…guardate!”
Ve lo dice uno che…vive da 40 anni per la Nba!
Chi la conosce “una virgola” …lo pensa e lo scrive.
E gli altri…tacciano per sempre!
Of course.
 
 
 
g.m.
RosetoSportiva.net