Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
BASKET - ROSETO GIOVANILI

Una foto delle finali di Matera.Sabato 27 giugno si è concluso il prestigioso torneo internazionale di Matera “Minibasket in piazza”, giunto alla sua XVII edizione, riservato alla categoria “aquilotti” (nati nel '98 e '99). Erano ben 64 le squadre partecipanti provenienti da tutta Italia, da Aosta a Caltanissetta, con l'aggiunta di quadre estere provenienti da Venezuela, Serbia, Polonia, Albania, Giordania, Libano, Algeria,  Bosnia, Estonia e Turchia.

Le squadre sono state divise in 16 gironi con i ragazzi della “Scuola Minibasket Roseto”, del prof. Saverio Di Blasio, inseriti nel girone numero 15 insieme ai padroni di casa della PielleMatera Arancio, Bitonto e Città Futura Roma.

Prima partita giocata dai biancazzuri proprio contro i padroni di casa della Pielle Matera. I ragazzi lucani provano a tenere ma gia dalle prime battute si nota il divario tra le due formazioni. E infatti i rosetani chiudono l'incontro con un eloquente 83 a 10.
La seconda giornata del torneo vede i giovani rosetani opposti ai pugliesi del Bitonto. Roseto parte fortissimo e già nel primo quarto scava il solco decisivo per il 74 a 6 finale.
L'ultima partita del girone, decisiva per la vittoria del girone, è contro i capitolini. I ragazzi guidati da Pierpaolo e Gianluca Di Gianvittorio non deludono le attese e con un altro avvio bruciante riescono a controllare il ritorno dei romani aggiudicandosi l'incontro con il punteggio di 54 a 31.

Il primo posto nel girone porta in dote un posto tra le prime sedici ma anche l'insidiosa sfida contro la squadra campione in carica del Colegio Champanat Caracas – Venezuela (vincitrice anche dell'edizione 2007 e finalista 2005). Nulla però sembra poter arrestare “il volo” degli aquilotti rosetani, infatti dopo un primo quarto equilibrato (20 a 20) e parte del secondo, i “nostri” piazzano il break decisivo, e continuano ad allungare fino al 83 a 30 finale.
Agli ottavi di finale l'ostacolo per i biancazzurri è rappresentato dai ragazzi di casa della PielleMatera Nera che non intendono certo, pur essendo i nostri ragazzi loro ospiti in famiglia, renderci facile il compito. La partita procede abbastanza in equilibrio, con i biancazzuri che però incrementano pian piano il divario fino alla fine, vincendo 68 a 48.

Sabato mattina ore 8,00 incontro di semifinale con l'Aurora Brindisi, la partenza dei rosetani non è forte come di solito e la difesa concede qualcosa ai bravi ragazzi pugliesi, però i nostri non ci stanno e ricominciano a macinare il loro gioco fatto di difesa “arcigna” e contropiede portando così la partita sul binario giusto e chiudendo la stessa con il punteggio 67 a 41 finale.

Le partite di finale si sarebbero dovute giocare in piazza Vittorio Veneto una delle più belle e suggestive della città di Matera (patrimonio dell'UNESCO) mentre la pioggia le ha fatte dirottare al palaSassi (piccolo dazio da pagare per l'edizione numero 16bis).

La tensione traspariva dai volti dei ragazzi rosetani, mentre assistevano alla finale per il terzo posto, in attesa che toccasse a loro scendere in campo, nel frattempo anche i numerosi genitori e nonni al seguito si preparavano alla finale con sciarpa d'ordinanza. Gli avversari sono i biondissimi ragazzi estoni del KK Hito Kohtla Jarve (vincitori del torneo lucano dal 2001 al 2005).

È il momento della finalissima i ragazzi vengono chiamati ad uno ad uno dallo speaker del palaSassi per allinearsi in campo, scambio di gadget e quindi è il momento degli inni prima quello estone e quindi quello di Mameli intonato dall'intero palazzetto. Poi l'attenzione si è concentrata tutta sulla gara. L'inizio di gara è di quelli da incorniciare, i ragazzi rosetani “mordono” in difesa, mandando in tilt il gioco organizzato degli estoni, e segnano in contropiede. L'istruttore avversario ricorre al time out quando non sono passati nemmeno 3' ed il punteggio dice gia 12 a 0, e su questa falsa riga si chiude il primo quarto sul 25 a 8 per i biancazzuri. Il secondo quarto è più equilibrato infatti si chiude con un parziale di 13 ad 11 per i rosetani. Nel terzo quarto nuova accelerata del Roseto che chiude difatto la partita con un parziale di 18 a 10 per il punteggio di 56 a 29. Nell'ultimo quarto sussulto dell'Hito che lo vince con il parziale di 15 a 10, mail punteggio finale dice Roseto 66 e Hito 44. Ed è grande festa sia sul campo sia sugli spalti.

Una grande opportunità per confrontarsi con le diverse realtà, sia sul campo ma soprattutto fuori da esso. I ragazzi che hanno l'opportunità di vivere queste splendide esperienze ne tornano sempre entusiasti e arricchiti in particolar modo di nuovi amici.

Questi i nomi dei ragazzi guidati da Pierpaolo e Gianluca Di Gianvittorio: Mark Luis Washington, Davide Moretti, Roberto Marini, Fabio D’Eustacchio, Giulio Di Sabatino, Giovanni Di Loreto, Michele Padovano, Emanuele Trapani, Roberto Ferri, Edoardo Godorecci, Claudio Quaglia, Lorenzo Biraghi.

Alcuni titoli e parti di articoli dei media locali:

“Roseto fa grande l'Italia” Il Quotidiano

“Gli abruzzesi trionfano battendo per 66 a 44 gli estoni di Hito” Il Quotidiano

“Sboccia il Roseto” La Nuova

“La squadra abruzzese batte Hito 66 a 44 e diventa campione” La Nuova

“La pioggia nega agli ospiti le emozioni della finalissima in piazza Vittorio Veneto sotto le luminarie della Festa della Bruna ma al PalaSassi si registra la pioggia di canestri da parte di Roseto degli Abruzzi, che si aggiudica il Minibasket in piazza 2009 travolgendo gli estoni di Hito” Sassilive.it


s.g.
RosetoSportiva.it