Campionato di Calcio  A11 -  Lega Calcio UISP -  Comitato di TERAMO
               
REGOLAMENTO CALCIO  A11

Il campionato di Calcio A11 viene organizzato e gestito dalla Lega Calcio UISP, di Teramo.

Il campionato è cosi strutturato:
A)Fase Provinciale.
B)Fase Regionale.
C)Finali Nazionali.

Per l’attività del settore dilettantistico categoria SENIOR (dai 16 anni compiuti In su), il Comitato Territoriale può apportare delle deroghe alla normativa nazionale. Tali deroghe saranno valide solo ed esclusivamente per il Comitato UISP di Teramo. Gli atleti e i dirigenti per poter prendere parte alle gare di campionato
devono essere obbligatoriamente muniti della TESSERA UISP valida per la stagione Sportiva in corso.

Il pagamento dovrà essere effettuato come segue:
Euro 600,00 all’atto dell’iscrizione.
Euro 350 alla prima giornata di ritorno.

Tassa di iscrizione + Spese arbitrali + Adesione +N°17 Tessere “A” + N° 1 Tessere “D”+
Cauzione Euro 100,00 = Euro 950,00

Il dirigente o l’atleta responsabile della società verso la lega calcio,nel caso in cui la Società venga meno al pagamento nei confronti della lega calcio uisp comitato di TE, sarà ritenuto garante verso la lega stessa e sarà perseguito con gli obblighi che la legge prevede. Nel caso la cauzione si esaurisca durante la fase del campionato,essa dovrà essere immediatamente reintegrata. Sarà a cura della lega informare la società
interessata. Le gare post campionato per lo svolgimento di coppe o altre manifestazioni organizzate dalla lega,avranno dei costi che saranno resi noti in anticipo all’evento stesso.
Tutte le società per l’inizio del campionato devono essere munite del cartellino tessera er poter prendere parte alle gare.
I giocatori sprovvisti non potranno partecipare alle gare,salvo autorizzazioni particolari della stessa lega. Quindi se una società non potrà giocare la gara,saranno applicate le Sanzioni disciplinari previste dal regolamento. Alla segreteria della lega calcio devono pervenire tutto il materiale richiesto alle società entro i termini previsti all’atto di Iscrizione.
Le società sportive ai sensi di quanto previsto dal D.M. 18-02-82 sono tenute a far sottoporre i propri atleti partecipanti alle gare,a visita medico sportiva al fine di accettarne l’idoneità.
Le certificazioni di idoneità devono essere conservate dalla società.
Le società sportive sono comunque responsabili civilmente e penalmente dell’inosservanza di quanto sopra riportato,dalle leggi in materia. La UISP declina ogni responsabilità per eventuali inadempienze.

                              NORME DI PARTECIPAZIONE
1)Il termine ultimo per poter effettuare il tesseramento di atleti o dirigenti è fissato improrogabilmente per il 28-02-2010.
2)I tesseramenti di atleti di provenienza FIGC possono essere effettuati entro il 31-12-2009,CATEGORIA MASSIMA ( 1°CATEGORIA).
3)Le gare dovranno svolgersi nei giorni sabato pomeriggio con inizio alle ore 14,30, oppure la domenica mattina con orario massimo ore 11,00.
4)Si potranno effettuare sette(7)sostituzioni indipendentemente dal ruolo,quindi la distinta da presentare all’arbitro sarà di undici(11)titolari e sette(7)riserve.
5)I tesseramenti di atleti di provenienza FIGC comporta l’esibizione alla lega, da  Parte della società che ne richiede la tessera, il nulla osta della società di provenienza.
6)Al campionato non sono ammessi atleti squalificati per oltre(5) cinque mesi in FIGC o altri ente di promozione sportiva.
7)Le gare saranno dirette da arbitri della UISP di Teramo e Pescara,ove si ritenesse opportuno anche con terne.
8)La coppa disciplina verrà assegnata alla squadra,quale riconoscimento,per aver tenuto per tutto l’arco del campionato una condotta encomiabile.
9)La presidenza nazionale,i comitati regionali e i comitati provinciali declinano ogni responsabilità per eventuali incidenti o infortuni ad atleti e terzi fatto salvo quanto previsto dalla parte assicurativa del tesseramento.
10)In panchina possono sostare solo gli atleti di riserva e i dirigenti riportati in distinta,l’arbitro ha l’obbligo di allontanare(durante la gara)qualsiasi persona non addetta.
11)In occasione della disputa delle gare,le società ospitanti sono tenute a verificare l’agibilità,l’igiene e la funzionalità degli spogliatoi per la squadra ospite e per l’arbitro.
12)Il campo da gioco deve essere segnato in modo visibile e le reti delle porte non devono essere bucate.
13)Accogliere la società ospite attuando le regole dell’ospitalità nei migliori dei modi.
14)in caso di colore confondibile della tenuta da gara di ambedue le squadre l’obbligo di cambiare le maglie spetta sempre alla squadra di casa o prima nominata nel calendario anche se la gara si disputasse in campo neutro o in occasioni di spareggi o finali.
15)Il tempo massimo di attesa su tutti i campi(eccetto nei,dove sono in corso altre gare)è fissato in trenta(30)minuti.
16)La squadra che non riesce ad essere in campo entro trenta (30)minuti,avrà la sconfitta a tavolino con il risultato di 3-0 e la multa di Euro 30,00.
17)Si dà l’obbligo alle società di presentare la distinta quindici(15)minuti prima dell’inizio della gara,al direttore di gara(chi non lo rispetta avrà la multa di Euro 10,00).
18)Qualora un dirigente o atleta non fosse presente al momento del riconoscimento dell’arbitro. lo stesso provvederà ad identificarlo al momento del suo arrivo.
19)Prima dell’inizio della gara,le squadre possono modificare l’elenco già consegnato anche se è stato fatto il riconoscimento.
20)Non è consentito modificare l’elenco a gioco iniziato.
21)In caso che il terreno di gioco non fosse segnato,l’arbitro deve invitare la società a farlo,altrimenti la gara non sarà effettuata.
22)In caso di campo di gioco in precarie condizioni,sarà il direttore di gara insieme ai capitani a verificare,anche se la decisione ultima spetterà a chi dirige l’incontro.
23)In caso di recupero di gare non disputate,le società interessate possono prendere accordi tra di loro per stabilire la data,qualora non lo facessero, allora la lega darà disposizioni che non saranno cambiate per nessun motivo.
24)Le gare di recupero dovranno effettuarsi entro un mese dalla data che era in calendario.
25)La gara non deve essere iniziata o deve essere interrotta quando una o entrambe le società hanno un numero inferiore di atleti a sette(7).
26)La società ospitante è colei che indica orario e campo di svolgimento della gara riportati nel COMUNICATO UFFICIALE,di conseguenza le società ospiti sono tenute a rispettare le direttive date senza motivi di disappunto.

                  PROVVEDIMENTI  DISCIPLINARI
Ogni società sportiva in linea di principio e di regolamento è ritenuta oggettivamente responsabile degli atti compiuti dai propri tesserati o sostenitori,nello svolgimento dell’attività sportiva.

A)Nessun atleta partecipante alla gara,può abbandonare il terreno di giuoco
    nel corso della gara stessa senza il permesso del direttore di gara,chi
    opererebbe tale infrazione avrà la squalifica di (1)una giornata e la multa
    di Euro 10,00.
B)Partita iniziata in ritardo Euro 10,00.
C)Ingresso in campo di persone non autorizzate euro 10,00.
D)Presenza in panchina di persone non tesserate UISP,sarà omologato il
   risultato acquisito sul campo con relativa ammenda di Euro 20,00.
E) La rinuncia ad una gara comporterà l’automatica penalizzazione di (1) un
    punto nella classifica generale e la multa di Euro 25,00,seconda rinuncia
   (2) punti e la multa di Euro 50,00. Terza rinuncia esclusione e multa di
   Euro 155,00.
F)Mancanza di Richiesta di Forza Pubblica Euro 10,00.
G)Tutti i reclami devono essere accompagnati dalla relativa tassa di Euro 25,00
    e devono essere presentati alla lega entro 48 ore dalla disputa della gara
    stessa.
H)I reclami possono essere spediti tramite raccomandata o fax.
I)Il reclamo deve essere mandato alla lega e all’altra società interessata sempre
   Tramite raccomandata o fax.
L)Le società devono presentare distinte gara leggibili e riportati solo il numero
   dei giocatori ammessi(11 titolari-7riserve),chi non rispettasse tali obblighi
   saranno multate di Euro 15,00.
M)Le distinte gare devono essere firmate dal responsabile o dal capitano in
    modo leggibile.
N)Gli atleti che anno compiuto il 40°anno di età possono prendere parte  alle
    gare del campionato UISP anche se continuano a giocare con formazioni
    appartenenti alla FIGC(solo 3°Categoria).
O)Gli atleti che partecipano al campionato di calcio A5 in figc,possono giocare
    con squadre della uisp(fino alla serie C2 calcio A5).
P)La distinta gara con rispettivi documenti devono essere presentati all’arbitro
   15 minuti prima dell’inizio della gara.
Q)Il dirigente accompagnatore e il capitano rappresentano a tutti gli effetti
    la società e possono avere diritto di prendere in visione dall’arbitro la distinta della gara e le tessere prima e dopo la gara.
R)In caso di reclamo dopo una gara,la società che ne fa richiesta,deve dare il
   preannuncio all’arbitro e alla società interessata.
S)La società che si ritira da una gara iniziata,oltre al pagamento della multa di
   Euro 100,00,subisce la punizione sportiva della perdita della gara e la penalizzazione di due(2)punti in classifica generale.
T)In caso di sospensione di una gara,la gara stesa sarà ripresa a partire dal
    Minuto in cui è avvenuto la sospensione e con il risultato acquisito al momento,
    la gara non sarà ripetuta per intero.
U)In caso di partecipazione alla gara,in inferiorità numerica,la società avrà
    Euro 5,00 di multa per ogni giocatore mancante per arrivare al numero
    undici.
V)Se una squadra si ritira prima che abbia termine il girone di andata,alle
    squadre con cui ha giocato le verranno tolti i punti acquisiti sul campo.
    Se il ritiro avviene nel girone di ritorno,nelle gare di calendario,le squadre
    che sarebbero state impegnate con la squadra ritirata,avrà la vittoria con
    il risultato di 3-0.
Z)I palloni per partecipare alle gare devono essere forniti dalla squadra
    ospitante ed in buono stato.
J)Per tutto quello non menzionato in questo regolamento vige la NORMATIVA
   UISP NAZIONALE.
W)In caso di arrivo alla fine della stagione regolare di due squadre al primo
     Posto a pari punti,per stabilire la vincente si procede come segue:
     1°) SCONTRO DIRETTO
     2°)CLASSIFICA DISCIPLINA
     3°)SORTEGGIO
In caso di arrivo con più squadre si procederà alla classifica avulsa che viene
determinata come segue:
1°B)Punti conseguiti negli scontri diretti.
2°B)Classifica disciplina.
3°B)Sorteggio.
Il termine massimo di cambiamento di orario e data di una gara diverso da quello
Riportato sul comunicato ufficiale,sarà con scadenza inprorogabile il giovedì
Antecedente la gara stessa alle ore;12,00(dodici).Dopo tale termine di scadenza
Per poter cambiare orario e data,vi deve essere accordo tra le due società
Interessate,altrimenti rimane invariato come riportato dal comunicato ufficiale.

La squadra che supererà i 65 punti in classifica disciplina,sarà esclusa dalla
Medesima.
Le squadre partecipanti al campionato non possono per nessun motivo
Ripudiare la direzione di un arbitro.


VITTORIA = 3 punti      SCONFITTA = 0 punti      PAREGGIO = 1 punto
Funzionamento delle ammonizioni:
4 ammonizioni = 1 giornata di squalifica
Poi si ricomincia da zero
2 ammonizioni = 1 giornata di squalifica
Poi si ricomincia da zero
1 ammonizione = 1 giornata di squalifica
Per le fasi post campionato le ammonizioni non saranno azzerate.