Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
NONSOLOBASKET - Calcio UISP

La partita di cartello della 3* giornata di ritorno tra l'OLD BLACK SCERNE ed il CUS CAGLIARI , si è risolta con un nulla di fatto; un risultato di 1-1 che non accontenta nessuno. Se il risultato di parità lascia ancora qualche speranza al CUS CAGLIARI per raggiungere il quarto posto in classifica che garantirebbe i PLAY-OFF, allontana sempre di più l'OLD BLACK SCERNE da questo traguardo.

E pensare che la partita poteva essere chiusa alla prima metà del primo tempo dall'OLD BLACK SCERNE: ma andiamo con ordine. La partita inizia alle 14,33 e già alle 14,35 CAPUANI SIMONE riesce a fare l'impossibile: si invola verso MINCIONI GABRIELE (portiere del CUS CAGLIARI) e dopo averlo fatto sedere per terra, a meno di tre metri dalla porta sguarnita, riesce a buttare la palla sul palo! Ci riprova al 7 p.t. con una punizione dal limite ma la palla sfiora l'incrocio dei pali. Al 12 del p.t. il CUS CAGLIARI si ricorda che è venuto a PINETO per giocare una partita ed allora decide di superare per la prima volta la metà campo e si porta nei pressi dell'area dell'OLD BLACK SCERNE  e rimedia il primo calcio d'angolo, poi una punizione, ancora un angolo e al 16 p.t. tira per la prima volta verso lo specchio della porta dell'OLD BLACK SCERNE e il portiere accompagna con lo sguardo la palla fuori. Al 19* p.t. REGGI DAVIDE (Old Black Scerne), muovendosi in netto ritardo in l'area avversaria, non arriva a deviare in rete un rasoterra da destra di CAPUANI SIMONE: continua la sagra delle occasioni perdute. Bisogna aspettare ancora 4 minuti per vedere la palla in rete: finalmente! Ci pensa NARDI ALESSANDRO che insacca da pochi passi un pallone perso dal nr. 3, capitano del CUS CAGLIARI, TONELLI MASSIMO, dopo che lo stesso aveva tentato uno sciagurato dribbling  al limite dell'area. La partita arriva alla fine del primo tempo senza aver mostrato nulla di leggermente superiore alla sufficienza. Un primo tempo giocato da entrambe le squadre con poco fraseggio, pochi scambi in velocità, pochi cross dalle fasce: il CUS CAGLIARI sperava nel contropiede con PETRUCCI GIUSEPPE e l'OLD BLACK SCERNE sperava in CAPUANI SIMONE. Nel secondo tempo nulla cambia a livello di gioco. Per descrive la prima vera azione degna di tal nome bisogna aspettare il 16 del s.t. quando CAPUANI SIMONE si vede parare da MINCIONI GABRIELE un preciso diagonale rasoterra che sembrava entrare. AL 18 S.T. il CUS CAGLIARI riesce a collezionare tre angoli di seguito, ma senza sortire nessun tiro in porta. Intanto l'OLD BLACK SCERNE, fino al 16 del s.t., rimedia tre ammonizioni tutte per sciocche proteste e per la mania di allontanare la palla dopo il fischio dell'arbitro. Lo stesso fa il CUS CAGLIARI che pareggia il conto delle ammonizioni al 24',25' e 31' del s.t. Al 33' s.t., riesce a PETRUCCI GIUSEPPE l'ennesimo tentativo di partire sul filo del fuorigioco ed insacca realizzando l'1-1. Null'altro da raccontare se non 2 espulsioni a carico dell'OLD BLACK SCERNE : al 25' CAPUANI SIMONE, per chiudere in bellezza una giornata storta, riesce a collezionare il secondo giallo per proteste e al 42', in pieno recupero, BARONE MARIO , in soli 13 minuti di gioco, prima si fa ammonire per proteste e poi , applaudendo al gesto dell'arbitro, signor FERRETTI DOMENICO da PESCARA che ha ben diretto una non facile gara, riesce a far cambiare colore al cartellino.


v.c.
RosetoSportiva.net