Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
BASKET - ROSETO GIOVANILI

Lunedì 10 ottobre 2011 presso il Palazzo del Mare di Roseto degli Abruzzi si è svolta la presentazione della prossima stagione agonistica delle società Scuola Minibasket Fides Roseto e della Pallacanestro Virtus Roseto. Presenti alla serata, oltre al gruppo dirigente  delle società, il dott. Sandro Crovetti in qualità di responsabile delle politiche societarie della Sutor Fabi Montegranaro, il responsabile tecnico del  progetto PRINS  Raffaele  Rossi, il responsabile del settore minibasket Sutor nonché Consigliere PSG mini & basket circuit Giuseppe Fusco e per Sport Meet la prof.ssa Concetta Ferrari.

La serata si è aperta, in una sala gremita, con l'intervento del prof. Saverio Di Blasio che ha illustrato l'attività del minibasket, ponendo l'accento sulla crescita formativa dei ragazzi che

 

 deve andare sempre di pari passo con il loro sviluppo psicomotorio e tecnico. Quindi c'è stata la presentazione, di tutti gli istruttori federali che compongono l'esperto  staff: partendo dai gruppi dei più piccoli i “baby” affidati al prof. Antonio Evangelista e all'istruttrice Elena Cherenkova i “pulcini” a Salvatore Gullotto e Gianluca Di Gianvittorio, gli “scoiattoli” a Salvatore Gullotto e prof. Saverio Di Blasio, gli “aquilotti” e gli “esordienti” al prof. Saverio Di Blasio e Gianluca  Di Gianvittorio. Successivamente si è passati a spiegare quello che sarebbe stata l'attività giovanile partendo dall'Under 13, Under14, Under 15, Under 17 e Under 19, per alcuni di loro ultimo anno di settore giovanile, anche se già da quest’anno impegnati, oltre che nel loro campionato, anche nel campionato senior di C regionale con la Blue Basket del presidente Romano Chiappini. È stato quindi presentato il gruppo allenatori che vede oltre ai confermati, Nando Francani, Antonio Evangelista, Piero Tulli, Salvatore Gullotto e Gianluca Di Gianvittorio, due nuovi innesti, in grado sicuramente di portare entusiasmo esperienza e capacità, il “bomber” Marco Verrigni e il ritorno a casa dopo l'esperienza teramana di Giuseppe “Titty” Stama.

 

Novità anche sotto l'aspetto organizzativo con Saverio Di Blasio a fungere da responsabile organizzativo, Nando Francani come responsabile tecnico e Antonio Evangelista da preparatore fisico. Nutrita anche la schiera dei dirigenti accompagnatori che vede tra gli altri Paolo Marini, Adamo Di Tecco, Roberto Modesti, Gaetano Fasciocco e Mauro Gullotto. Lo staff sanitario è composto dal dott. Ruggero Corradetti, dalla nutrizionista dott.ssa Dalia Maggetti e come massofisioterapista la signora Nicoletta Baroni. Importanti le collaborazioni tra le quali spicca sicuramente quella con la Sutor Fabi Montegranaro e al suo progetto PRINS (Progetto INSieme). La stagione appena iniziata è la terza che vede Fides e Virtus tra le protagoniste del progetto Prins. Ma cos’è Prins?  Un progetto di basket nel territorio e per il territorio, ecco cosa vuole essere Prins. Un contributo fattivo alle società per programmare e sviluppare al meglio l’attività tecnica sui gruppi, l’attività nelle scuole primarie, la collaborazione con le scuole medie, nel totale rispetto delle proprie autonomie e del valore di appartenenza alla propria franchigia.  Interviene a riguardo il dott. Crovetti che si dice onorato orgoglioso di partecipare ad una presentazione di un settore minibasket e giovanile con una cornice di pubblico così numerosa, per poi presentarsi raccontando un po' di se e delle sue esperienze nel mondo della pallacanestro da Napoli a Ferrara e per poi approdare quest'anno alla Sutor. Si dice felice di ritrovare, in veste di allenatore, uno che conosceva da grande giocatore come Titty Stama sicuro che sappia infondere ai suoi ragazzi quelle qualità che lo contraddistinguevano da atleta. Poi dopo aver spiegato le motivazioni del trasferimento della Fabi in quel di Ancona parla già dei primi frutti che ha portato la collaborazione con Roseto e di cos'è il progetto Prins. Si susseguono gli interventi con Raffaele Rossi che parla dell'importanza del dare un'opportunità ai giovani e del lavoro che va fatto quotidianamente per farli diventare “giocatori”, ovvero amanti rispettosi del basket a prescindere dalla categoria nella quale si gioca.Per PSG prende la parola Giuseppe Fusco che racconta dei primi tornei e delle prime esperienze della Scuola Minibasket Roseto in questo circuito, un vero amarcord di circa trent'anni racchiuso in tre minuti sottolineando lo spirito di condivisione di amicizia di crescita anche sportiva che lega le società del PSG è ribadendo “ a Roseto si sono susseguite svariate società con alterne fortune ma dal 1982 una certezza la Scuola Minibasket Roseto, che tra l'altro ha dominato negli ultimi due anni nei tornei del circuito e a questo risultato ci si arriva solo con competenza professionalità e passione”.Da sempre la Scuola Minibasket Roseto è sensibile al sociale è di questo sono testimonianze le partecipazioni alle iniziative dell'AISM, della Fondazione 4 Stelle, e a Sport Meet con l'intervento della prof.ssa Concetta Ferrari che ribadisce l'universalità dello sport e quindi la sua possibilità di essere strumento di unione e fratellanza tra tutti i popoli.

b.m. - Scuola Minibasket Roseto
RosetoSportiva.net