Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
BASKET - ROSETO MASCHILE
Nessun problema per la MEC ENERGY Roseto, che nel recupero della ventiduesima giornata supera come da pronostico il fanalino di coda Giugliano. Partita mai in discussione, con i biancoazzurri che hanno preso il controllo della situazione sul finire di primo quarto, allungando in maniera decisa nel corso del terzo quarto e gestendo poi in assoluta tranquillità fino alla sirena finale. Sono ben sette gli uomini in doppia cifra per coach Francani, mentre per i campani, privi di Marzaioli e Loncarevic aggregati a Caserta, da segnalare i 27 punti di Pietroluongo. Dopo un botta e risposta iniziale, è la MEC ENERGY ad effettuare il primo allungo portandosi sul 21-12 all’ottavo minuto, grazie alle iniziative di un Del Brocco molto ispirato. Giugliano prova a rifarsi sotto (21-17 al 9°), ma i biancoazzurri ristabiliscono il margine di vantaggio, chiudendo sul 26-17 al suono della prima sirena.
 Due triple di Petrucci, in avvio di secondo periodo, spingono Roseto sul 33-17, con gli ospiti che cominciano ad accusare il divario tecnico e fisico, andando spesso in difficoltà. La MEC ENERGY, con i canestri di Gallerini e Di Sante, allunga fino a toccare il +23 (48-25) al 18° minuto, prima che alcune giocate vincenti di Pietroluongo consentissero a Giugliano di ricucire un po’ il margine, che comunque all’intervallo lungo sarà di diciassette lunghezze sul 49-32.
In avvio di ripresa Roseto preme forte sull’acceleratore, confezionando giocate di pregevole fattura e trovando canestri anche spettacolari, e chiude definitivamente i giochi: Giugliano, infatti, pur lottando su ogni pallone, non riesce a fronteggiare le folate offensive dei biancoazzurri, complici anche l’infortunio alla spalla occorso a Carbone e l’espulsione al playmaker D’Orta. Il vantaggio rosetano cresce a dismisura fino a toccare il +38 (78-40), prima che un canestro di Pietroluongo chiuda la terza frazione sul 78-42. Gli ultimi dieci minuti sono di pura accademia, con i giovani Fabiani e Tomassetti che ne approfittano per mettersi in mostra. Roseto raggiunge il massimo vantaggio sul 103-61 ad un minuto dal termine, prima di chiudere sul 103-63 finale.
Con questo successo, il sesto consecutivo, la MEC ENERGY sale a quota 38 punti in classifica, agganciando almeno momentaneamente Martina Franca, che disputerà il suo recupero ad Aprile, al secondo posto. Domenica prossima i biancoazzurri saranno impegnati nuovamente tra le mura amiche del PalaMaggetti, ospitando il Palestrina.

MEC ENERGY ROSETO-TECFI GIUGLIANO 103-63 (26-17; 49-32; 78-42)

ROSETO: Fucek 5, Elia 9, Di Sante 14, Gnaccarini 10, Petrucci 12, Tomassetti 6, Caruso 12, Del Brocco 10, Fabiani 10, Gallerini 15. Coach: Francani.

GIUGLIANO: Leccia 2, D’Orta 4, Pietroluongo 27, Maisto 0, Carbone 4, Zamo 14, Orefice 6, Covino 6. Coach: D’Addio.

Arbitri: Binda di Ancona e Venturini di Pesaro
Fallo tecnico ed espulsione a D’Orta al 28° minuto

Area comunicazione MEC-ENERGY
RosetoSportiva.net