Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
BASKET - ROSETO MASCHILE
Tutto pronto per le semifinali playoff , con la tanto attesa gara 1 (a Roseto l'appuntamento è per domenica alle 18 NdRS) che, anche se non decisiva, ma molto importante in termini di passaggio del turno ( al meglio delle 3 ), con Roseto e Bnb in leggero vantaggio per il favore del fattore campo, ma si sa che nella post-season tutto può succedere, quindi andiamo ad analizzare bene le due gare, approfondendo punti deboli e punti forti dei quattro team rimasti.

BK NORD BARESE – SCAURI   Prima contro quarta classificata: numeri alla mano verrebbe da dire pronostico tutto dalla parte dei pugliesi di coach Cadeo, ma i pontini di Scauri sono squadra insidiosissima, e già nella regular season hanno sbancato il PalaColombo di Ruvo di Puglia. Nei quarti di finale la BNB ha battuto con un secco 2-0 Ostuni, ma se in gara 1 non c’è stata storia ( 74-45 ), in gara 2 si è dovuto ricorrere al supplementare per chiudere la serie, grazie al solito Zaccariello, mentre Scauri ha avuto bisogno della “bella” per disfarsi di Pescara, nonostante l’assenza di Lenardon. I pugliesi non dovrebbero avere problemi di roster, con il solo dubbio dell’acciaccato Palombita, ma sono team profondo e capace di sopperire per alcune partite senza il suo numero “2” titolare: Stella e Zaccariello si stanno confermando al top in questa categoria, sotto canestro la coppia Ferraro-Corral è una delle più solide, unica nota stonata un fattore campo non importante, e non ai livelli di Roseto e Trapani; Scauri, probabilmente senza Lenardon per il resto dei play-off, punterà sicuramente sulla verve offensiva di Serino e Genovese, e su un PalaBorrelli difficile da espugnare, mentre la fase difensiva è da rivedere anche se nelle ultime uscite si è visto qualcosa di buono. Domenica 19 gara 1 a Ruvo, giovedi 23 gara 2 a Scauri, ev. gara 3 domenica 26 a Ruvo.

ROSETO – TRAPANI  Seconda contro terza classificata. Molti l’hanno definita come la vera finale, due roster da far invidia a molte squadre dei piani superiori e con un fattore campo ai limiti dell’intimidatorio. Gli Sharks si presentano alla grande sfida rinfrancati dal rocambolesco finale di match contro Bisceglie, e con un ritrovato Nicolas Stanic, vero faro del gioco offensivo rosetano. In regular season è perfetta parità, con Roseto che si impose al PalaMaggetti, alla prima di Melillo, per 81-65, al ritorno Trapani vinse con il risultato di 64-51; detto di Roseto che ha dovuto faticare moltissimo per buttare fuori Bisceglie, i siciliani si sono sbarazzati di Francavilla Fontana con un sonante 2-0, e facendo leva su un collettivo molto collaudato e cinico. La Mec-Energy, però, ha dalla sua un grande vantaggio: ovvero di avere il fattore campo dalla “sua”, con il PalaMaggetti pronto a ruggire ad ogni possesso trapanese, sperando di vedere una bella cornice di pubblico; Stanic pienamente recuperato, mentre Marcante sta smaltendo il piccolo infortunio alla mano sinistra, che lo ha reso indisponibile nelle gare con Bisceglie. Trapani verrà in Abruzzo con l’intento di controllare il match, avendo nel roster giocatori affidabili e esperti di queste partie, come Rizzitiello, Ianes e Costantino; ancora in dubbio la presenza di capitan Virgilio, se andrà ai box sarò sostituito molto probabilmente dall’ex Scauri Gennaro Valentino. Occhio alla lotta sotto i tabelloni, dove la fisicità rosetana potrebbe prevalere, mentre i siciliani hanno nel reparto esterni il loro fiore all’occhiello, con il già citato Rizzitiello e Svoboda autentici cannonieri micidiali. Gara 1 a Roseto domenica, gara 2 mercoledi 22 a Trapani, ev. gara domenica 26 a Roseto.


Fabio Talamonti
ufficio stampa Roseto Sharks