Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS

Ad ovest, stiamo assistendo ad una delle serie più avvincenti e spettacolari di sempre, ma i miei pregiudizi sui San Antonio Spurs non si sono per nulla attenuati, anzi...consolidatisi, ancor di più innanzi a questi commoventi ed irriducibili figli del Doc, creature i Clippers, a partire dal Blake Griffin visto e rivisto in azione ( oltre 24 e 13 per alzata di scarpa...), dell'inconfutabile talento dell'immenso CP3, al secolo Chris Paul...

Tutti voi penserete: lascia perdere, stai parlando dei mitici pluricampioni Nba, di un Pop ed un Big Tim da Hall of Fame, chi sei tu per criticarli...

Ma voglio, appunto per questo, contro tutto e tutti, essere sincero, da trentennale appassionato , dire la mia contro il parere comune ed unanime.

Innanzitutto, guai a dir male del santo coach e delle sue strategie, per soggezione psicologica, nessuno, altri coach, giocatori ed...arbitri, mette in dubbio, mai, le sue decisioni. Solo Doc Rivers, poi multato pesantemente, ha osato contestare qualcosa, quindi logicamente censurato e massacrato di ingiurie da tutti i tifosi sui social Nba del mondo!

Ora, proprio Popovich, ha sempre asserito quanto segue:

la sua squadra deve essere disciplinata, ordinata, nel pieno spirito di squadra, nel rispetto del gioco, organizzare una grande difesa, aggressiva ed anche fisica, aggiungendo di odiare l'esaltazione del tiro da tre punti, e che fosse sempre indispensabile l'aspetto umano, delle relazioni con i giocatori, "senza il quale, non si raggiunge nessun obiettivo , tanto meno la vittoria e la lealtà nei confronti del basket...", parole sue.

Il sottoscritto, immodestamente ed impopolarmente, replica:

CARO il mio Pop, ma non sei proprio e solo tu, a violare i tuoi valori, quando imponi il fallo intenzionale e sistematico sui più deboli campioni al tiro, nei momenti decisivi delle gare, umiliandoli ed annoiando il pubblico, perdipiu' interrompendo e rallentando il gioco?

Non sono proprio gli Spurs, ad aver vinto giustamente l' anno scorso, con una raffica di bombe da tre, come già successo nelle finali del 2005 e 2007?

Non sono proprio i "miracoli" da tre dell'incredibile Mills e del funambolico Belinelli (peraltro trascurato in panca...) di gara 6, a levarti le castagne dal fuoco?

Cosa sareste senza le cascate di bombe da 8 metri?

Credi che nessuno se lo chieda, dando importanza solo alla gestione della gara?

E quella difesa fisica sulle...mani e le braccia dei poveri Blake, Chris e DeAndre?

Quante volte vediamo sanzionati i falli maneschi e voluti, dei vari Diaw, Leonard o Ginobili?

Qualcuno si permette di fischiare falli al grande Tim?

Non so chi passerà il turno...non importa, alla fine.

Pensate quel che volete, ma io preferisco le stoppate e le schiacciate, i voli ed i tiri forzati dei Clippers!

Almeno mi diverto...

E comunque, chi ci riuscirà,  San  Antonio o no, supererà anche Houston ed il Barba, nonostante tutto, fosse solo per gli...accoppiamenti difensivi.

Contro Steph ed i suoi Warriors sarebbe...divertente e...durissima, un vero show, se avvenisse con i Clips od i Rockets!

 

Dall'altra parte, non credo più che LeBron ed i Cavs possano raggiungere la Finale, ora che hanno perso Love ed il suo gioco aperto , da 4 perimetrale, che consente le scorribande di James ed i conseguenti scarichi...

Non hanno perso 18 punti e 9/10 rimbalzi per cena, non solo, ma soprattutto un giocatore, oltre allo squalificato (2 gare) JR Smith, che potesse permettere poi, il ricambio sotto le plance, con l'unico Thompson Tristan a riempire gli spot di 4 e 5, da ottimo rimbalzista offensivo qual è.  Da aggiungere che Shumpert dovrebbe fare il pendolo dal 2 al 3, qualora LBJ fosse obbligato a fungere ovviamente da 4 per oltre 20 minuti, viste la scarsezza e l' età media dei rincalzi esterni sul legno.Speranza è che il talento dell'incommensurabile duo Irving-LeB, possa dominare, non cosi' certo, al cospetto del D-Rose ritrovato ma lecitamente incostante, ed il solido Jimmy Butler dei prossimi Bulls. Per omettere dei due loro lunghi, Pau e Noah, una bella grana per Blatt...

Così come non sappiamo chi la scampera' tra Hawks e Wizards...

La stagione non fa affatto prova, nei playoffs, lo stiamo vedendo...

Carroll, il 3 di Atlanta, rappresenta la variante tattica e difensiva imprevista: non soltanto un dilemma per Pierce, ma anche in prospettiva LeBron o Butler..... Banco di sfida per John Wall sarà confrontarsi con il folletto Teague, mentre il bomber Korver può segnare il margine di differenza rispetto alla battaglia fisica sottocanestro:

Nene' e Gortat versus Millsap ed Horford, veramente interessante.

Il baratro potrebbe aprirsi in entrambe le serie:

dalla sua, LBJ ha pure l'effettiva inferiorità atletica della Conference, si pensi ai Clips o Warriors, di là,  ma Hawks e Wizards sono ingiudicabili e imprevedibili, al momento.

Bassi ritmi potrebbero penalizzare Cleveland e Washington, vedremo.

Vi lascio, facendovi per un attimo immaginare un'eventuale Finale con Steph e Klay Thompson, Blake e Paul, Barba e Dwight, o gli Spurs del..tattico e spietato Pop.

Mi sa che è questione di...Western, esclusivamente!

A te il boccino...mister Circus, alias magico Steph!

 

g.m.
RosetoSportiva.net