Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
La squadra più forte del mondo, con i due attaccanti più immarcabili, accanto a gregari fisici ed atletici, di talento e capacità morali, perdipiù dotata di tecnica e tiro perimetrale, completa e ambiziosa al punto di puntare, fin dall'inizio, direttamente alle Finals, in grado di risalire la china dopo immensa sofferenza, rinascendo dalle proprie ceneri. 
L'abbiamo ammirata, imparando ad amarla, nel corso di questi Playoffs!
Voi direte...sta parlando dei Warriors.
Dei grandissimi, favolosi Curry e Thompson!
No, proprio no.
Perdonatemi.
Qui si parla di OKC...dei Thunder di Oklahoma City.
In ordine:
rimane la squadra più forte e completa, con zio Russ e il "professionale attaccante" Durantula, il granitico Adams, "la piovra" difensiva Roberson, l'atleta-tiratore Ibaka. Aggiungiamoci pure il folletto Waiters e il post-tecnico Kanter. Tutti giovani tra i 22 ed i 27 anni, in grado di dominare le plance, dalla possente fisicità e correre e tirare su tutto il campo.
Giunta solamente terza in Regular ad Ovest, ha "spodestato" dal loro "glorioso" trono i venerabili Spurs, annichilendo, imperiosa, i campioni Nba, cambiando sogni e prospettive nelle Gare 3 e 4, non solo ai fans della Baia, ma all'intero pianeta del basket globale!
Talento? ...bastano 30/8 e 10 seguiti da 36/11 e 11, "double-triple" alla Magic, con devastante energia per 40 minuti in ogni parte del...palazzetto? Sono le cifre del...giocatore più esplosivo e spettacolare vivente! Non esagero affatto.
Westbrook non sarà forte, in senso tecnico o vincente, in...assoluto, come Steph o LeBron, possiede però, più determinazione, forza mentale, appunto energia e coraggio di chiunque, di ognuno o qualsiasi altro, nella Lega e nello Sport totale! Facendosi pure beffe di tutto, dal coach agli arbitri, all'intero...sistema!!! Ditemi voi se ne siate convinti o, almeno, consapevoli!!!
Forte, grossa, alta e fisica? Nemmeno a parlarne: tutti pentatleti, rapidi, imponenti, di cui ben quattro oltre i 2 e 10, la cui fisicità domina di per sè, la coordinazione psico-dinamica la fa da padrone, che ne dite di un KD?
Sofferenza? Anche qui:
quale team ha subito drammi come OKC, nell'arco della stagione?
La tragedia dell'incidente mortale occorso alla moglie di Monty Williams, assistente di Donovan, la morte violenta del fratello di Waiters, l'indagine e la messa in accusa di uno dei proprietari e così via...
Il dolore è stato trasformato dallo staff, coach e giocatori, in volontà di riscatto, in impegno e concentrazione costanti, concretizzatosi in un gioco formidabile, classico strutturalmente (un portatore di palla, esterni difensori e tiratori, un quattro atletico ed un pivot fisico...), ma in grado di chiudere la "visione" del ferro, sotto, e marcare perimetralmente pure gente senza ruolo o riferimenti. Ecco, parliamo di questo. Coach Donovan è, per il sottoscritto, il migliore.
Bicampione Ncaa e pure Mondiale Under 19, è uomo capace di dialogare e amalgamare con i giovani, emblema inoltre del "cadi e rialzati, in silenzio.-..", come il nostro Steven Adams ha confessato, consigliato, di...comportarsi, nonostante risse e provocazioni (compresi calci nelle...palle!) di Dry Green in ogni fottuta gara giocata!
Mai ,sotto Brooks, OKC aveva giocato con tale convinzione nei propri mezzi, autostima o dignità.
Merito del coach, giovane e reattivo pure nella...capa!
Ma allora, Giampi, qual è stato il problema?
Che vai farneticando?
Hanno permesso la formidabile e storica rimonta (...solo 9...) ai Warriors, erano sul 3 a 1, come degli emeriti polli, o no?
Qui vi volevo.
Sembrava aperta una nuova Era:  OKC ha scoperto il famoso "arcano", i GSW erano pura ed illusiva meteora, LBJ se la dovrà vedere con loro, un mondo alla rovescia ed il destino comunque avverso!
E, unico al mondo, questo bisogna riconoscerglielo, Barkley aveva ragione: Steph rovina il Basket ed i Warriors non vinceranno più nulla, non da oggi, con questo gioco!!!
Il problema, cari ragazzi lettori, è che la Pallacanestro è stata davvero trasformata, ma non solo dal piccolo circense Stephen, ma pure dal suo gemello "splash" dicasi Thompson...
Dobbiamo accettarlo e riconoscere a nostra volta:
tu corri, salti, sudi, difendi, segni, pensate alle acrobazie di Russ ed ai tiri immarcabil, alti e lunghi 4 metri, di Kevin
insomma ti danni l'anima vincendo Gara 1 in trasferta (dove nessuno vince...), vai sul 3 a 1, vai più dieci/dodici per tre quarti nella sesta e settima, domini sotto, gli meni pure, metti le mani addosso a Steph, chiudi e ridicolizzi Green, riducendolo al 20% al tiro, ma poi.....
arriva una grandinata, che dico, una...bufera di bombe siderali di neve dal cielo, e, in pochi minuti, sei seppellito, bloccato, inerme. Non puoi far nulla, reagisci, guardi, segui, pensi, ma non puoi più decidere niente, non conti più.
Perdi, stringi mani, abbracci i tuoi avversari e "Go Home!", te ne torni a casa, certo, pure stavolta..
Sì, con rispetto e dignità, ammetti di meritare la sconfitta, hai commesso errori, era Gara 7, cosa potevi fare di più?
Nel tuo cuore sai però che...non potrai mai fare qualcosa, che gli hai messo il corpaccione addosso, li hai menati, li hai visti cadere, eppoi...vincere lo stesso.
La tua testa, infine, ti confessa, checchè ne dicano i telecronisti -"sono in ritardo, Steph era solo, hanno perso...un decimo di secondo!"- che non puoi o potrai difendere, mai, ora e per sempre, su due tizi che...prendono e tirano da....8-9 ed anche 10 metri!! 
Oggi è così.
Ed il pensoso LeBron, lo sa, ha il coraggio, anch'egli la rispettabile dignità, di provarci.
Sapendo che, ad un certo punto, tutto può cambiare, stando ad osservare, rimanendo a...contemplare.
Quattro imprese, non una.
Vincere dopo il...1964. Vincere un Titolo con i perdenti storici Cavaliers. Vincere contro i Campioni Nba con il Record assoluto di Ogni Tempo.
Impedire non al Mvp, ma anche ad una altro, di...bombardare da oltre-Ohio.
Giusto o, forse troppo, caro LeBron?
 
 
 
g.m.
RosetoSportiva.net