Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Nella intera Storia della Nba, non si era mai vista una squadra, inferiore tecnicamente e tatticamente ad almeno 4 Teams, tra Est ed Ovest, in grado di raggiungere una…Finale!
Se gli Houston Rockets sono di una “spanna” sotto i cosiddetti “Hamptons Five” della Grande Baia, quindi “in dovere” di eseguire perlomeno un…nuovo  “acquisto” importante in Estate (…un altro 3-4 tiratore, ad esempio…), i giovani Boston Celtics altrettanto (!?), ma che potranno contare sui vari…Irving ed Hayward nella prossima stagione, una…Cleveland Cavaliers è addirittura, per “caratura” tecnica ed esperienza, di “due” livelli, se non…”tre”, inferiore ai “Campioni” Golden State Warriors!!!
A questo argomento, dobbiamo aggiungere, poi, quello che pensa il 90% degli appassionati del Basket Usa e dei Playoffs Nba:
nessuno aveva mai offerto tali “performances” sul campo, mai nessuno, e lo ripeto da due articoli almeno, aveva raggiunto “l’apice” psico-fisico, atletico e tecnico di mister LeBron James, il “Re” del Basket del XXI° Secolo, come dal sottoscritto dichiarato.
Ai due racconti “Pro-James”, aggiungo un aspetto solo da me “sfiorato”:
quello prettamente…”Umano”. Sì, certamente.
Voi direte: ”Ma come? Non avevi scritto che è un…”Uomo Bionico”?
Non rappresenta il giocatore del Futuro…un atleta inimmaginabile “piovuto” sulla Terra dei…normali???
Sicuro. Confermo. Ma ecco l’altra…”unicità”.
LBJ è come il “Larry Bird” di…coach Pat Riley:
”Unico, unico nel suo genere!”
Non è solo un incredibile “automa umano”, per forza, solidità, preparazione ed abnegazione, ma anche un fantastico “Essere Umano”:
Lui soffre “veramente”, lotta e si contorce come un “felino” intrappolato in una…rete, spinge, persevera, corre e salta, e risalta, sa essere una “piovra” a rimbalzo ed un “serpente” nell’area, ma “sente” la partita, intuisce cosa fare e pure cosa “non va”, nell’arco della gara, sa cosa dire al suo coach, ai compagni e di cosa parlare con i “media”, insomma, sa…”vivere” l’attimo, con una “carica umana” misteriosa e perpetua!
La sua, appunto, “grandezza”, se ce n’è una, consiste nel fatto che il suo “lato umano” è reale, concreto, diffuso e sviluppato fino a coinvolgere tutti, dai compagni alla dirigenza, dal pubblico mondiale fino agli emarginati sociali, dall’intera Lega sì, fino alla sua…famiglia, in conclusione “abbraccia” il Sistema in cui si trova, dentro e fuori, positivo o negativo che sia, con le sue gioia ed i…dolori, tanti, come le…”sconfitte” pesanti …non meritate affatto!
Michael, ci risiamo, era esattamente “il contrario”, l’opposto rispetto al nostro amato ‘Bron:
altero, orgoglioso “del sé” tanto da diventare presuntuoso, consapevole del suo smisurato talento, cosciente di avere una personalità ed un corpo superiori a chiunque, talmente convinto delle sue doti da “umiliare” a turno pure i propri compagni, sfidando loro e la sua franchigia di “dover essere alla sua altezza”, confrontandosi “alla pari” con coach Jackson, dopo averne “distrutti” almeno altri due in precedenza (Loughery e Collins…), “provando” a seguirlo e “sacrificarsi” per la squadra con il leggendario “Triangolo”, solo perché certo di…poter “vincere” in quella maniera, sia contro i “Bad Boys” di Detroit, che i Lakers di Magic!!!
Jordan, poi, come se non bastasse, si “dissociava” dai problemi “reali”, sociali o sportivi, e appariva sempre e comunque “distaccato” da tutto e tutti, pur restando “un bravo ragazzo” nel privato!
Sul parquet, era tre piani “mentali” sugli altri, compresi gli arbitri, non “ammettendo” errori da nessuno, senza minimamente “accettare” qualsivoglia sconfitta, in questo, pari e sopra un…Larry Bird, per l’appunto!
Ora, dove eravamo rimasti??
...Ah, al nostro ‘Bron:
Gara 1 di Finale, l’unica ad ora a cui assistito, dimostra “proprio” ciò…suddetto!
Una prestazione “sovrumana”, perfetta per almeno tre quarti e mezzo, iniziata con un…6/6 realizzato “in tutte le maniere conosciute e non”!!!!
Quindi, “bombe” e “assist” assurdi in successione “inquietante”, senza appello per la difesa dei… Warriors, la migliore al mondo!!!!
Sì, certamente. Perché  Curry, Durant e Thompson sono i più grandi attaccanti sul pianeta, ma anche in un “sistema” che li mette prima di tutto in…condizione di “difendere” su tutti, per lunghi e “lunatici” tratti!!!!
Come per gli irripetibili “instant-moments” del fenomenale Stephen Curry, gli “jump-shots” in “step-back” dell’airone “rosa” Kevin Durant e le bombe in “perfect-style” di Klay Thompson, dalla linea di fondo, la “disponibilità” mentale e fisica di Draymond Green, eternamente in movimento e “sopra le righe” emotive, pone il gruppo su di un “piedistallo” difensivo, costituito da palle rubate, “close-out”, blocchi, trappole e raddoppi, che è semplicemente…insormontabile, insuperabile, e non in prospettiva!!!
Tranne che per…LeBron!!!
Il Re prende palla e…sono dolori!!!
Non sono i …51 punti, come i miei (ahimè) anni, né i tiri in “fade-away” a renderlo immarcabile!
Lui …”pensa”. Vede “ogni cosa”, “sente” la gara “come nessuno”, nemmeno il coach o il “fan” sugli spalti, osserva ed ascolta, il cuore ed il “ritmo”, “studia” l’avversario e…”reagisce”, scruta e…”agisce”!!!
Come lui solo, è in grado di fare!
Da questo punto di vista…anche un Kevin Durant, 2 e 10…scompare!
Sotto l’aspetto “psicologico” e quindi “fisico, addirittura “l’altro Alieno” Circus-Steph…si annulla!!!
Basta rivedere “la reazione” del n°30 “capo” dei Warriors, alla ennesima, stratosferica “blocked-shot” del “Regnante”…subita!!!!!
Steph fissa dal basso in alto Leb …ironicamente e sommessamente.
Ma il “Colossale Afro” se ne infischia, è talmente carico di adrenalina, passione emotiva e “voglia di vincere”, che lo…”snobba”, gli punta il mento sopra e lo allontana con stizza!!!
Non so come finirà…
LeBron James, svariati Record e “prestazioni irreali” da incorniciare sulla testa di Jordan e soci del Passato, ha perso Gara 1 solo a causa della confusione finale di JR Smith e, soprattutto, due “sviste” arbitrali surreali e assurde per il regolamento vigente nella Lega!!!
Ingiusto e umiliante.
James è stato palesemente “vittima e preda” di un’ingiustizia gigantesca, seppure “sportiva” (e meno male…), che io stesso non voglio considerare assolutamente…”voluta”, per complotto sportivo!
Grazie al Re , vedremo perlomeno una gara in più, potrebbe perdere per 4 a 2, è in grado di condurci tutti, con il mondo intero, ad un’altra improbabile e fantascientifica…Gara 7!!!
Secondo me, da…”premiare”, potenzialmente, anche in caso di…”sconfitta”, come il vero e reale…”MVP FINALS”, nonostante ipoteticamente un fantasmagorico Circus Steph, fatto non più accaduto dai tempi dell’epico… “Mister Clutch” Jerry West, nelle Finali del 1969, battuto dai vecchi e grandi Celtics Anni ’60 di Bill Russell, John Havlicek e Sam Jones!
Proprio con quest’ultimi, la Dinastia degli 11 titoli in 13 Stagioni, il nostro ‘Bro condivide le…8 Finali consecutive!!!!
Ma una cosa è certa:
“We Are All Witness!”, è scritto innanzi alla “Q-Loans Arena” di Cleveland “Down-Town”, Ohio!
Siamo tutti…testimoni.
Appunto.
 
g.m.
RosetoSportiva.net