NBA SHOTS


La frizzante rubrica di RS dedicata al grande Basket a stelle e strisce...
a cura di Giampiero Massacesi.



Nba Conference Finals 2015! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Scritto da Giampiero Massacesi   
Martedì 19 Maggio 2015 11:58
E' dura constatare che esprimere apertamente le proprie sensazioni...può costare caro, molto caro, amici!
In effetti, i dubbi sugli Houston Rockets ed i Cleveland Cavs versione "the King James",sono stati debellati completamente, dopo aver noi stessi assistito ad uno spettacolare show messo in piedi dal talento dei vari Harden, Howard, Smith, Ariza, Irving, Thompson, Shumpert, Smith jr ed appunto LBJ! 
L'intuizione tecnica dei rispettivi coach...ha fatto il resto!
Questa commistione di esistenze, prestazioni, imprese, eroismi, ma anche episodi sconcertanti, e' stata comunque condizionata, come forse mai, dal ripetersi di una lunga serie di infortuni, più o meno gravi e fastidiosi, di fatto decisivi, alla fine, per le sorti dei medesimi play-offs!
 
NBA SHOTS: le semifinali di Spurs e Cavs PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Scritto da Giampiero Massacesi   
Sabato 02 Maggio 2015 07:46

Ad ovest, stiamo assistendo ad una delle serie più avvincenti e spettacolari di sempre, ma i miei pregiudizi sui San Antonio Spurs non si sono per nulla attenuati, anzi...consolidatisi, ancor di più innanzi a questi commoventi ed irriducibili figli del Doc, creature i Clippers, a partire dal Blake Griffin visto e rivisto in azione ( oltre 24 e 13 per alzata di scarpa...), dell'inconfutabile talento dell'immenso CP3, al secolo Chris Paul...

Tutti voi penserete: lascia perdere, stai parlando dei mitici pluricampioni Nba, di un Pop ed un Big Tim da Hall of Fame, chi sei tu per criticarli...

 
NBA -Febbraio 2015: temi caldi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Scritto da Giampiero Massacesi   
Lunedì 23 Febbraio 2015 10:34
Quest’anno, il sottoscritto ha deciso di non cavalcare l’onda degli “eventi speciali” bensì, essendo poco estimatore dei vari “social” come FB, Twitter e così via, molto poco credibili, di affidarsi ad intuito ed esperienza…
Inoltre, partendo appunto dal fatto che se un’opinione, viene divulgata da milioni di persone sullo stesso argomento, quest’ultimo si svuota completamente di significato, appiattendo e rendendo generico l’apporto di ognuno, io esplico le mie idee attraverso ben definiti siti e, semmai, testi scritti pubblicabili alla massa, dove poi il singolo soggetto sceglie o…rifiuta di riconoscere.
 
Nba Playoffs 2015! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Scritto da Giampiero Massacesi   
Domenica 19 Aprile 2015 17:27


Complicato sintetizzare le argomentazioni aperte sulla Lega in vista dei Playoffs 2015...
Ci proviamo, come sempre.


Innanzitutto, la "diatriba" relativa al giusto e meritevole Mvp dell'anno:
storicamente, è scelto e votato in base ai criteri di successo e classifica di squadra, leadership, statistiche personali e, non ultime, in relazione alle vicissitudini varie nell'ambiente interno ed esterno allo spogliatoio...in breve , ci vuole anche qualche bella dose di...."culo"! Dosi di fortuna per...infortuni, incidenti, scandali privati e non.
Secondo queste"condizioni" preesistenti ed in corso, nessuno, proprio nessuno, né "barba" Harden, né il povero Westbrook, né tantomeno Re LeBron, o il talento indiscutibile di Davis, col senno di poi, ha goduto ed espresso il meglio del proprio potenziale, esplodendo letteralmente in campo e fuori, come l'incredibile point-guard del team più vincente del Campionato, che risponde al nome di Steph, Stephen Wardell Curry!
Un fenomeno.

Come lo sono LBJ o Durant, ma alla maniera di un Iverson od uno Steve Nash, cioè come di "un tizio" in grado di fare cose con la palla impossibili, di compiere imprese, appunto...leggendarie!!
Oltre 400 bombe, lanciate a sorpresa, senza postura o equilibrio, palleggi incrociati con cambio di mano ed esitazioni degne di un giocoliere circense, disegni e pitture per il parquet alla stregua di un Picasso, col genio di Michelangelo e la visione di un Salvador Dalì!!!! Non sto esagerando, non sto male, anzi...
Steph non può essere definito in una pagina, col suo apparente normale corpo, con quel viso infantile e sognante, con quella fluidità, con la semplicità con cui imbarazza difensori ed atleti giganteschi, appartiene al Regno Fiabesco dei "Doctor J" e "Larry Legend"....
Un "mondo" nel quale, "noi miseri mortali", possiamo solo fantasticare e divertirci, felici anche per pochi ed evanescenti attimi...
Il resto è...epocale, comunque! 
"Beard" Harden conduce e conclude, palla e gioco, con la forza e l'energia degne dei grandi del passato, in modo più complesso di James, alla perenne ricerca del ferro e del fallo, laddove i suoi...50 punti, ne valgono 70/80 per tutti gli altri, per lo sviluppo delle azioni ed anche i risultati, visto che, senza Howard, Houston è nella fase finale da seconda, ad Ovest....merito di coach McHale, che gli lascia letteralmente il pallino del gioco...."Povero", invece, il nostro Russell Westbrook, lo è diventato dopo che la sua OKC è rimasta tagliata fuori: aveva trasceso il suo stesso talento, espresso dati surreali negli ultimi due mesi (oltre 30, 8 e 10 di media...), profuso esplosivita' ed acrobazie, anch'egli da fenomeno unico, ma non altrettanto incisivo ai fini della vittoria finale, seppure trascinante, ma non costruttivo come dovrebbe un vero Mvp...Criticato per una gara da 40 tiri, persa, ha visto un Kobe Bryant "qualsiasi", intervenire in sua difesa sui vari "social network" infuocati, con un concetto condivisibile ed attuale: "Sapete chi ne ha tirati 43 in una garatre di finale? Sua maestà JORDAN!" ?...nientepopodimeno! "Tutti ci sono passati, Magic, Larry, io, Michael ed anche LeBron....dalle stelle alle stalle...e ritorno! Fin quando non vinci...una volta Eroe, una volta Perdente e cattivo..Russ deve continuare così,  senza cambiare mai!"

Ed il sottoscritto aggiunge:

la gente dimentica il passato in fretta , mentre i giovani di oggi (che io ..."da padre" comunque adoro), tra Facebook, Twitter e varie, scrivono e giudicano di tutto, ma in fondo...non conoscono, in questo caso, la storia della Nba, come accade anche per la Musica, dove il 70% dei pezzi sono...rivisti o plagiati totalmente...

Una modesta previsione:
Finale tra i Warriors ed i Cavs, LBJ contro Steph, gioco aperto e atletismo, con un Irving decisivo ed un Klay ed un Green da applausi...
Hawks e...Spurs permettendo!
Amo i primi, ma ho imparato a detestare i secondi!
Lo confesso:
"Odio gli Spurs!"-ormai, stimo Duncan, una Leggenda Vivente, ed anche Manu, ma coach Popovich mi ha condotto dove nessuno mai, nella Nba....
In quella specie di "limbo" dove ti chiedi se sia giusto, od anche lecito, quello a cui hai assistito!
Ricordate il famigerato "hack-a-Shaq" degli anni duemila, di jacksoniana memoria?
Fu proprio lui, il mago Popovich dei 5 titoli, a riproporlo contro i Lakers tricampioni!
Ebbene, in una delle ultime partite di stagione, contro i Rockets del Barba, ha compiuto l'incredibile!
In svantaggio meritato nel terzo quarto, ha ordinato uno spregevole "hack-a-Josh", ai danni del malcapitato Smith, reo di un 50% scarso ai liberi...
Risultato?
Giocatore "umiliato", indifferenza di assistenti come l'italiano Messina, fischi del pubblico, McHale che non evita a Smith lo spregevole ludibrio, uno schifoso spettacolo, recupero ovvio degli Spurs, con il Popovich ed il suo appunto tecnico freddo e spietato, in pieno ed insano svolgimento della "inguardabile" scena, protrattasi fino al quarto tempo...
Ora io dico, questo sarebbe il vero basket di oggi, la tattica esemplare, la strategia "speculare" di vittoria "appropriata", una volonta' di vincere da condividere?
Questo sarebbe il coach "maestro", e questi i Campioni Nba in CARICA?
Sapete che vi dico?
Sul finale di quella gara, Duncan stoppa Harden in penetrazione, e San Antonio vince di un punto, ma mi rispondo:
questo è Anti-Basket, uno stupro del gioco, una mancanza di rispetto per il prossimo, la gente, la Nba stessa!
Come, può,  Adam Silver, permettere che un ultra sessantenne di successo possa condizionare uno sport, fare violenza alla bellezza ed alla lealta' sportiva, gestendo a suo piacimento lo svolgimento di uno spettacolo, tra l'indifferenza ed il timore reverenziale di arbitri ed ambiente?
"Secondo le regole consentite"- "qualcuno" potrebbe obiettare, ma io non sono d'accordo:
hai toppato, caro Pop, ed io ti tifero' contro, stavolta! 
Non voglio vedere una franchigia del genere rivincere, con questi metodi surreali e non ortodossi! Immaginatevi se lo facessero tutti, nella Lega!

Preferisco credere ancora nella Nba della mia infanzia, del tempo delle leggende e dei miti, in cui, anche uno come Einstein, affermava di..." voler credere, il senso del Mito è la cosa più bella che ci è concessa in vita!", ammirare uno come Wade, che ha confermato di voler rimanere in questi Heat perdenti, salutare i grandi Nash ed Allen, e pure ricordare il vecchio Ron Artest, al secolo "Metta World Peace" , che da rissoso ed ingestibile negli Usa, si trasforma in...sereno turista in quel di Cantù, dove, si spera, faccia pure qualche bella giocata, come ai vecchi tempi!
Alle Finali!

 

 

Giampiero Massacesi
RosetoSportiva.net

 

 
NBA -Dicembre 2014: la “nuova” Lega! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
BASKET - NBA SHOTS
Scritto da Giampiero Massacesi   
Lunedì 01 Dicembre 2014 12:52
Sono convinto che la nuova stagione, rappresenti indubbiamente una svolta epocale, storica, per la nostra adorata NBA! 
La presentazione delle franchigie, il trasferimento “biblico” del “giocatore-simbolo” della Lega, lo spostamento polare dei potenziali “poteri” tecnici, i nuovi coach (i vari Blatt, Kerr, Hornacek, e così via…), le prime “performances” sul campo, da Marc Gasol a Anthony Davis (!)…nuovi e sorprendenti teams al vertice, come Memphis, Warriors e Raptors (??), perfino l’atmosfera che si percepisce…dicono tutte:
Svolta!!! E non solo tecnica!
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 10 di 27

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, guarda la nostra privacy policy - To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information