Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
NONSOLOBASKET - PALLAVOLO
Andrea Zorzi (foto Franco Petrarca)
Un entusiasmante bagno di folla ha incorniciato il ritorno del campionissimo Andrea Zorzi nel nostro territorio. Nella giornata di mercoledì 1 giugno, infatti, l’ex fuoriclasse di quella celeberrima “generazione di fenomeni” capace di conquistare la quasi totalità dei trofei nella pallavolo degli anni ’90, ha diviso la sua mattinata in due impegni: al mattino, incontrando presso il Palazzetto dello Sport di Montorio al Vomano (TE) i ragazzi delle scuole “Pascal” e “B.Croce” e, in seguito, ospite nella Sala Consiliare del Comune di Teramo, nell’ambito del progetto “Tracce di sport 2, i luoghi dell’Italia che fa sport”, un’attività di ricerca e comunicazione ideata dalla ricercatrice IRS – Istituto per la Ricerca Sociale - Elena Donaggio e dallo stesso Zorzi, in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano di Teramo e con la partnership dell’Istituto per il Credito Sportivo.
Nel rendez-vous con le scolaresce, alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Montorio Donato Di Gabriele e del tecnico del Montorio Volley Marco Cimini, “Zorro” si è travestito da “one man show”, ha intrattenuto i tanti ragazzi presenti con aneddoti e racconti sia della propria vita personale che della propria strabiliante carriera
(foto Franco Petrarca)
 sportiva, calamitando l’attenzione della platea e dando vita, in seguito, ad un simpatico dibattito.
Il confronto con gli altri e con i propri limiti, oltre alla conoscenza del corpo e della propria fisicità, sono state le tematiche affrontate, in una chiave anche ironica legata all’altezza di Zorzi ed alle conseguenti problematiche vissute in età adolescenziale.
Gli omaggi dell’amministrazione montoriese ed i tanti autografi e foto elargite ai presenti, hanno fatto da sfondo alla conclusione del primo step mattutino.
La giornata si è conclusa all’interno del Comune di Teramo, per rimarcare l’importanza degli incontri con i rappresentanti delle Istituzioni locali e la rilevanza dello sport nelle politiche di sviluppo del territorio.
Dopo il saluto dell’Assessore allo Sport Guido Campana, Zorzi ha ricordato che “lo sport ha bisogno di essere aggiornato, di nuove sfide, va ridefinito nei suoi confini, promuovendo anche quelle attività motorie dotate di minore visibilità e favorendo, nel contempo, lo sport all’aperto”.
Percorrendo l’onda dello sport pubblico, la giornalista e ricercatrice Elena Donaggio ha sfornato buone pratiche accolte con grande entusiasmo dai presenti quali, tra le altre, il “Mamma fit”, programma di allenamento che ha come obiettivo la tonificazione muscolare e il benessere psicofisico delle mamme che hanno partorito da almeno sei settimane, il “Running in the park”, il “Green Gym”, attività di manutenzione degli spazi verdi, coniugata a quella motoria e il “PinC”, inteso quale valorizzazione delle aree verdi come veicolo di promozione sociale.

Area Marketing e Comunicazione CSI Teramo
RosetoSportiva.net